Curia Generalis Ordinis Fratrum Minorum Capuccinorum

Log in
updated 12:58 AM CET, Nov 18, 2017

Procura generale

La Procura tratta per conto dell’Ordine con la Segreteria di Stato e con tutti i dicasteri della Curia Romana, con limitazione alla Congregazione delle cause dei Santi per quanto è di competenza propria del Postulatore Generale. Prevalentemente gli affari vengono trattati con la Segreteria di Stato, con la Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e le Società di Vita Apostolica, con la Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti e la Congregazione per le Chiese Orientali. Non mancano però anche le occasioni per trattare con le Congregazioni per la Dottrina della Fede, dei Vescovi, per l’Evangelizzazione dei Popoli e per l’Educazione Cattolica. Altri affari vengono trattati con la Penitenzieria Apostolica, il Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica e il Vicariato di Roma.

Genericamente la Procura tratta nell’aspetto giuridico gli affari dell’Ordine in rapporto alla Santa Sede. Prevalentemente questi affari riguardano le richieste per: dispensa dai voti religiosi; dimissioni dall’Ordine; licenze e dispense secondo il Diritto universale o in ordine alle nostre Costituzioni che superano le competenze del Ministro Generale; autorizzazioni, licenze e nulla osta in campo finanziario; conferma delle nomine di Legale Rappresentate e Assistente Ecclesiastico; sanazioni e ricorsi (presso la CIVC-SVA); dispensa dagli obblighi del celibato; approvazione dei testi liturgici (presso la CCD-DS); le cause di cui sopra che sono di competenza della Congregazione per le Chiese Orientali; cause particolari presso la Congregazione per la Dottrina della Fede; ricorsi presso il Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica; passaporti, visti e permessi; cause particolari (presso la Segreteria di Stato); equipollenza dei titoli di studio (presso la Congregazione per l’Educazione Cattolica); facoltà particolari per il foro interno; indulgenze (presso la Penitenzieria Apostolica); facoltà per l’esercizio in Roma del ministero ordinato (presso il Vicariato di Roma); consultazioni particolari dalle diverse Congregazioni.

Consultazioni e pareri vengono effettuati anche con le nostre Curie Provinciali o di altri Istituti, sia maschili che femminili, e con le Curie Diocesane.

I membri dell’Ufficio della Procura Generale sono anche inseriti nell’Ufficio Tecnico Giuridico dell’Ordine, al quale compete fornire l’adeguata informazione e assistenza giuridica al Ministro Generale e al suo Consiglio.

Composizione

Procuratore generale: fr. Antonio Belpiede (Prov. di Foggia, Italia)

Viceprocuratore generale: fr. Albert D'Souza (Prov. di Maharashtra, India)

 

Antonio Belpiede

Albert D'Souza

 

Dernière modification le jeudi, 29 septembre 2016 21:24
Plus dans cette catégorie : « Ufficio Comunicazioni Postulazione generale »