Curia Generalis Ordinis Fratrum Minorum Capuccinorum

Log in
updated 3:19 AM CET, Nov 21, 2017

L’incontro dei “Project Managers”

Roma, ottobre 2017. Ogni anno, nel mese di ottobre, i “Project Managers” e la Commissione Internazionale per la Solidarietà Economica si riuniscono nella Curia Generale dei Frati Minori Cappuccini a Roma per prendere in esame le numerose domande di sostegno ai missionari, alla formazione iniziale e ad altri progetti.

Dopo un esame delle domande, viene emessa una raccomandazione ufficiale per il Ministro generale e il suo Consiglio, affinché le richieste vagliate siano prese in considerazione e approvate nell’incontro di novembre. Per questo motivo il lavoro, svolto da questi fratelli che provengono da tutto il mondo e che hanno maturato particolari esperienze e preparazione per valutare le proposte dei progetti pervenuti, è un servizio importante per il Ministro generale e il suo Consiglio, i quali dovranno stabilire quali richieste debbano ricevere finanziamenti nel successivo anno fiscale.

Nonostante la disponibilità di risorse per la Solidarietà Economica, negli ultimi anni si è registrato un calo delle stesse. Ne consegue che non tutte le richieste possono essere accolte e che, pertanto, va stabilito un ordine di priorità.

I sussidi per l’attività missionaria dell’Ordine e la formazione iniziale dei giovani frati nelle circoscrizioni recenti, hanno la priorità, dal momento che l’implantatio  dell’Ordine  in nuove parti del mondo deve essere sempre una priorità per l’intero Ordine.

I Project Managers e i membri della Commissione tengono conto delle risorse di cui una nuova circoscrizione già dispone per sviluppare un’auto-sussistenza basata su un’economia locale fraterna.  A queste nuove circoscrizioni viene dato un sussidio nella prospettiva di sostenersi da sole nel futuro.

Come seconda istanza, i Project Managers e la Commissione di Solidarietà prendono in considerazione le domande relative a dei progetti. Spesso queste richieste di progetti sono per la costituzione di nuove fraternità o di case di formazione in posti dove l’Ordine non è stato ancora impiantato precedentemente.

Altri progetti che l’Ufficio di Solidarietà ha considerato sono stati quelli che possono portare alla generazione di un utile in una circoscrizione in cammino verso l’auto sostenibilità.

Altri progetti considerati sono stati quelli in supporto delle necessità delle Clarisse Cappuccine. Negli ultimi anni, l’Ufficio di Solidarietà ha anche ricevuto richieste per borse di studio per frati africani, che intendono studiare scienze della salute o dell’educazione nei propri paesi, in modo da essere preparati a lavorare in istituzioni o programmi di lavoro coerenti con il nostro carisma e, allo stesso tempo, portare a casa un salario che serva da introito per la fraternità locale.

Nel caso di richiesta di progetto, perché la proposta sia presa in considerazione, bisogna che l’Ufficio di Solidarietà Economica riceva una nota descrittiva del progetto prima del 31 maggio. In seguito, il restante materiale che va allegato, cioè il formulario di domanda compilato, i progetti architettonici e le piante degli edifici (nel caso si tratti di un progetto di costruzione), il budget generale, i preventivi, l’atto di proprietà del terreno e tutte le altre informazioni attinenti di cui c’è bisogno, devono pervenire all’Ufficio di Solidarietà entro il 31 agosto. La documentazione viene poi scannerizzata e portata in formato elettronico (in files) in modo che tutto sia pronto per lo studio dei Project Managers. Tutte le copie elettroniche vengono inviate ai Project Managers in modo che possano studiarli prima dell’incontro.

Quando arrivano in Curia, i Project Managers valutano ogni richiesta di contributo in base al bisogno di ogni singola circoscrizione ed elaborano una proposta per la Commissione di Solidarietà Economica in merito al totale di aiuti che la circoscrizione può ricevere nell’anno successivo. Viene anche considerato quanto a lungo ci sarà bisogno del sussidio, in base alla particolare situazione economica del paese e della situazione nella circoscrizione, tenendo in conto il numero dei frati, compresi quelli in formazione iniziale.

Per ogni progetto i Project Managers prendono in esame la realizzabilità dello stesso, la sua necessità, la completezza di dati della richiesta e quanto la circoscrizione è in grado di contribuire per la sua realizzazione. A partire da questo i Project Managers esprimono un parere sul fatto che il progetto possa ricevere fondi o che la domanda richieda un’ulteriore elaborazione in modo da poter essere esaminata l’anno successivo.

I membri della Commissione votano ciascuno dei progetti che ricevono dai Project Managers ed elaborano una consulenza ufficiale per il Consiglio Generale.

In tutti questi lavori, chiunque sia coinvolto deve anche tenere conto dei limiti di spesa; per il 2018 il Ministro Generale e il suo Consiglio hanno già approvato un totale di 4 milioni di dollari per tutti i contributi e i progetti. Dal momento che il totale delle richieste superava i 7 milioni di dollari, il lavoro di determinare quali richieste possano essere approvate e quali no è difficile. Per questo motivo i tredici frati che formano questi due gruppi esercitano responsabilmente, con serietà e come un servizio a tutto l’Ordine, l’incarico di studiare il modo migliore di usare le risorse per espandere e impiantare il nostro carisma in tutto il mondo.

Il lavoro dei Project Managers e quello della Commissione di Solidarietà è un lavoro di assistenza tecnica al Ministro Generale e al suo Consiglio. All’incontro del Consiglio Generale di novembre la decisione su ogni richiesta spetta al Ministro e al suo Consiglio. Concludendo, è d’obbligo una parola di ringraziamento per quei fratelli che mettono il loro talento a servizio dell’Ordine per aiutare il Ministro Generale e il Consiglio in questo importante lavoro.

Galleria delle foto completa