Ordo Fratrum Minorum Capuccinorum

Log in
updated 9:42 AM CET, Nov 28, 2020

Consiglio Internazionale della Formazione 2020 (Online)

Il Consiglio Internazionale della Formazione si è incontrato da lunedì 9 a venerdì 13 novembre, per l’annuale appuntamento che quest’anno, però, a causa del persistere della pandemia da Covid-19, si è tenuto on line sulla piattaforma Zoom. L’obiettivo della settimana è stato quello di fare il punto della situazione nelle varie Conferenze, per capire quali passi restano ancora da fare in vista dell’elaborazione della Ratio Formationis localis.


Ad aprire il primo raduno, dopo il saluto di fr. Charles Alphonse e fr. Jaime Rey Escapa, rispettivamente segretario e vice segretario dell’Ufficio della Formazione, è stato il Ministro generale, fr. Roberto Genuin, che ha incoraggiato i membri del Consiglio ad andare avanti con coraggio ed entusiasmo nel cammino di applicazione della Ratio Formationis, che in questi mesi è in fase di pubblicazione e distribuzione nelle diverse Conferenze. Ha ribadito che il lavoro, soprattutto in un campo così importante come quello della formazione, non si deve fermare, nonostante le difficoltà e le limitazioni causate dal coronavirus; tanto più che l’Ordine sta camminando insieme a papa Francesco e a tutta la Chiesa, che stanno portando avanti la stessa linea teologica operativa.


Ogni giorno, due confratelli della Curia generale hanno stimolato la discussione e il confronto fraterno con le loro relazioni su diverse tematiche, lette alla luce delle proposte contenute nella Ratio: martedì 10 è stata la volta di fr. Mariosvaldo Florentino, che ha parlato della missione, e di fr. Jim Donegan, che ha approfondito il tema dell’economia fraterna; mercoledì 11 è toccato prima a fr. Charles Alphonse illustrare il dono della sessualità nella RF, e poi a fr. Kilian Ngitir, che ha riflettuto sull’affettività vissuta nel proprio contesto culturale; giovedì 12 fr. Joel de Jesús ha affrontato l’argomento di giustizia, pace, cura del creato e vicinanza ai poveri, mentre fr. Jaime Rey si è soffermato sul rapporto tra l’ultima enciclica di papa Francesco Fratelli tutti e la Ratio Formationis; venerdì 13, infine, fr. Albert D’Souza e fr. Damian Pereira, dai rispettivi punti di vista della Procura e della Statistica, hanno ragguagliato i consiglieri sulla delicata questione degli abbandoni, che sono purtroppo sempre più numerosi. Dopo ogni intervento, come detto, i vari membri del CIF hanno potuto rivolgere domande o esprimere pareri e riflessioni intorno al tema proposto di volta in volta. In conclusione, fr. Charles e fr. Jaime hanno presentato sia il calendario dei futuri incontri, nei quali si rifletterà intorno ai progetti sulla formazione che l’Ordine sta portando avanti, sia la metodologia di lavoro, che presto si avvarrà dell’aiuto di dodici brevi sussidi, i quali toccheranno altrettanti temi presenti nella Ratio, per capire meglio tale documento e giungere alla stesura della Ratio localis nei vari contesti.


Il prossimo appuntamento di tutto il Consiglio, sempre on line, è stato fissato per martedì 15 dicembre.

Fra. Mauro Scoccia Ofm Cap
Segretario per la Consiglio Internazionale della Formazione