Ordo Fratrum Minorum Capuccinorum

Log in
updated 12:46 PM CET, Nov 20, 2019

I cambiamenti climatici e la nostra risposta

Le preoccupazioni ecologiche sono ormai entrate nella nostra vita. Dopo che la comunità mondiale si è riunita per parlare del cambiamento climatico, noi potremmo fare le nostre riflessioni. Alcuni fatti:
- Secondo l'Organizzazione meteorologica mondiale (OMM), gli anni tra il 2014-2019 sono stati il periodo più caldo.

- Ci sono 812 milioni di persone denutrite che vivono ora sulla terra e una statistica afferma che ci sono circa 1200 miliardari sulla terra, pochissimi tra loro hanno un cuore per condividere i loro beni con i poveri e i bisognosi. Come possiamo far breccia nel loro cuore?

- L'emissione di carbone e gas velenosi è aumentata del 20% negli ultimi anni.
- L’alto aumento del livello del mare (stimato 5 mm all'anno (2014-2019). Secondo Petteri Taalas (Segretario generale dell'OMM), "l'aumento del livello del mare è accelerato e temiamo che un brusco calo delle calotte glaciali dell'Antartico e della Groenlandia, aggraverà maggiormente l’innalzamento del livello nel futuro ... Come abbiamo visto quest'anno con tragico effetto alle Bahamas e al Mozambico, l'innalzamento del livello del mare e le intense tempeste tropicali hanno portato catastrofi umanitarie ed economiche. ” (da BBC News).

Il messaggio del Papa Francesco per ispirare l'umanità è questo:
“Accanto a tante iniziative, non solo da parte dei governi ma dell’intera società civile, è necessario chiedersi se vi sia una reale volontà politica di destinare maggiori risorse umane, finanziarie e tecnologiche per mitigare gli effetti negativi del cambiamento climatico e aiutare le popolazioni più povere e vulnerabili, che sono quelle che ne soffrono maggiormente.”
Con onestà, responsabilità e coraggio dobbiamo mettere la nostra intelligenza "al servizio di un altro tipo di progresso, più sano, più umano, più sociale e più integrale" (Laudato si', 112), che sia capace di mettere l'economia al servizio della persona umana, di costruire la pace e di proteggere l'ambiente.
Mi piacerebbe che queste tre parole chiave: onestà, coraggio e responsabilità, occupassero un luogo centrale nel vostro lavoro..."
http://w2.vatican.va/content/francesco/en/messages/pont-messages/2019/documents/papa-francesco_20190923_videomessaggio-climate-action-summit.html

Dio ha dato una grande responsabilità ai capi nazionali, cioè pensare a modi ecologicamente e integralmente responsabili di salvaguardare la natura. E tutti dobbiamo anche fare la nostra parte, comunque limitata, potrebbe essere fare amicizia e salvare l'ambiente. Le persone totalmente ottimiste non possono rimanere inattive, ma devono continuare a fare la loro parte per quanto piccola possa essere. Alcuni di questi modi potrebbero essere utili:
- Pianta almeno un albero all'anno. Nostro fratello Aklilu Petros Ofm Cap, ha affermato che recentemente le persone di buona volontà dell'Etiopia sembra abbiano piantato 353 milioni di alberi in terre sterili della loro nazione.
http://www.rinnovabili.it/ambiente/etiopia-piantati-alberi-climate-change/

In questo modo potremmo anche ri-forestare le terre sterili nelle nostre vicinanze e rimarrai sorpreso nel vedere uccelli e animali che vi entrano per dimorare. Possiamo anche portare più creature lì per dimorare e rendere verde la terra.
- ‘Go Green,’ nei nostri vestiti (usa più vestiti/panni di cotone quando possibile), adatta il cibo naturale e il modo di vivere. Durante la celebrazione di feste e compleanni introdurre bevande naturali, cibo sano e utilizzare contenitori naturali rispetto a quelli di plastica.
- Creare consapevolezza su cibi e bevande artificiali che possono danneggiare la salute
- Motivare i bambini e i giovani ad ammirare la natura e prendere coscienza del danno fatto alla natura. Regali con video di ispirazione, magliette e materiale di lettura.
- Sostenere le iniziative che tentano in modo proattivo di prendersi cura della natura. Maggiori informazioni sulle preoccupazioni ecologiche e ispirare il cuore di coloro che dimenticano di prendersi cura della natura.
Noi non abbiamo fatto abbastanza, cari fratelli e sorelle, come ci ricordano i nostri fratelli Francesco e Chiara d'Assisi.
Charles Alphonse e Jaime Rey Ofm
Segretariato Generale per la Formazione

Potrebbe interessarti anche:
http://www.rinnovabili.it/ambiente/etiopia-piantati-alberi-climate-change/
https://jpeofmcap.wordpress.com/2019/09/19/global-climate-strike/