Ordo Fratrum Minorum Capuccinorum EN

Log in
updated 5:16 PM UTC, Feb 27, 2024

Consiglio Internazionale della Formazione (CIF) 2023

Il Segretariato Generale della Formazione (SGF), nelle persone di fr. Charles Alphonse e fr. Jaime Rey, ha convocato a Roma, in Curia Generale, il Consiglio Internazionale della Formazione (CIF) dal 23 al 29 settembre. Doppiamente importante si è rivelata questa assemblea: intanto perché è stato l’ultimo Consiglio prima del Capitolo Generale del 2024; e poi perché il tema principale è stato la Ratio Formationis e la sua recezione nelle diverse realtà dell’Ordine.

L’obiettivo, in effetti, era quello di verificare come e in quale misura i criteri proposti nel documento siano stato recepiti non solo globalmente ma anche e soprattutto a livello locale. Per questo motivo è stato prodotto, su espressa richiesta del Ministro Generale fr. Roberto Genuin, un Instrumentum laboris con cui potersi orientare in vista del prossimo Capitolo generale (agosto-settembre 2024). All’interno dell’Instrumentum sono state condensate le riflessioni della settimana di lavori riguardanti diversi argomenti: innanzitutto l’impatto della Ratio sulle Conferenze; poi, la situazione del postnoviziato e della formazione iniziale specifica; di più, la Ratio Formationis localis e i diversi modelli formativi presenti nell’Ordine; inoltre, la collaborazione nell’ambito della formazione iniziale e la formazione dei formatori – con il progetto della Schola Fratrum; infine, l’interpretazione delle statistiche delle entrate e delle uscite dei frati. A proposito di quest’ultimo punto, molto si è parlato di come affrontare il discorso degli abbandoni, che possono dirci tanto sulla bontà della nostra formazione e sugli aspetti da curare maggiormente. Alla fine il CIF ha deciso di prendere in considerazione i dati dei primi 5 anni del mandato di fr. Roberto Genuin (2017-2022), da raccogliere dalle varie Circoscrizioni per poterne fare una lettura soprattutto qualitativa. Ancora per quanto riguarda la Ratio Formationis, si è pensato ad un questionario online sul documento, da inviare a tutti i frati come verifica della sua conoscenza e della sua attuazione.

La metodologia dell’incontro ha seguito lo stesso schema per tutti i giorni: sia al mattino che al pomeriggio, i Consiglieri si davano appuntamento in aula per una preghiera e un breve spunto iniziale da parte del Segretariato con la presentazione del tema; poi c’era il momento dell’incontro per continenti, dove si rifletteva sull’argomento proposto; si tornava in aula per la condivisione di quanto emerso e, infine, si concedeva un po’ di spazio per gli interventi personali in assemblea.

Oltre a fr. Charles – che ha parlato dell’importanza della formazione umana nel nostro Ordine – e a fr. Jaime – il quale ha illustrato il tema della formazione carismatica –, ha preso la parola anche il Ministro Generale: egli ha esortato i membri del Consiglio a riflettere in modo approfondito sui nuclei principali della Ratio, confrontandoli con la vita concreta delle varie Circoscrizioni. Senza questa riflessione, ha affermato con forza, non si può arrivare moralmente al Capitolo, perché è il documento sui cui valori gli stessi capitolari del 2018 si sono trovati unanimemente concordi e che costituiscono la nostra identità di frati minori cappuccini.

Mauro Scoccia OFMCap

Segretario per il CIF